E Tu mi parli di “Albe” dorate!

“S.S” la sindrome di Stoccolma nei lager nazisti

testo e regia di Mariaelena Masetti Zannini
direzione artistica e installazioni Sylia Di Ianni
in scena al Teatro dell’Orologio dal 4 al 10 Febbraio

con Simonetta Lein, Diego Bottiglieri, Giulia Morgani, Laura Gigante, Enza Li Gioi, Illebas Olrac, Fabio Pinna, Flaiano Fiocchi, Sylvia Di Ianni e Mariaelena Masetti Zannini.

Un incubo, o forse un sogno. Un ricordo. Uno spaccato schizzofrenico di una delle peggiori pagine della storia.
Attraverso l’onirico ricordo di una sopravvissuta, lo spettacolo, ci porta indietro al 1943 durante la presa degli ebrei al Portico d’Ottavia, da qui vengono ripercorse attraverso ricordi che diventano tableax vivant, tutte le nefandezze dei famosi “blocchi di prostituzione” .
Passaggi drammatici fatti di farfalle e di giochi tra piccoli bambini non ariani, un clima spietato e assurdo, tanto assurdo da legare, seppur in modo labile, vittime e carnefici.
L’atmosfera è tetra e a tratti folle, come folle è la pagina in questione.
Le immagini sono forti e tengono il pubblico con gli occhi sgranati.
Siamo dentro la scena, siamo vittime ma siamo anche carnefici.
Chi vi scrive, uscendo dalla sala ha avuto un brivido, di quelli tipici delle albe dorate, ed è tornata a casa sentendosi addosso una grossa responsabilità, poco chiaro per cosa, ma comunque una grossa responsabilità.

20130206-122752.jpg

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s